martedì 21 novembre 2017

Tips per bloggers: le fotografie


Ciao ragazze,
oggi vi propongo un post diverso dal solito, destinato soprattutto alle bloggers e alle instagramers che cercano quotidianamente di trovare la giusta luce o la giusta angolazione per scattare delle foto che siano belle e che richiamino l'attenzione...

Con questo post non ho la presunzione di insegnarvi nulla, anche perchè non ne sarei in grado. Piuttosto, il mio intento è quello di dirvi qual è il mio approccio alla fotografia e cosa mi colpisce, in positivo o in negativo, quando osservo una foto.
Premetto che sono graphic designer e ho studiato fotografia, settori moda e pubblicità (still-life), di conseguenza la mia visione è perlopiù pubblicitaria.
La formazione non è fondamentale quando si ha una fotocamera in mano, perchè ognuno ha la propria sensibilità e il proprio modo di vedere le cose, l'importante è metterle in pratica nel miglior modo possibile!

Prima di iniziare ad analizzare i vari aspetti che contribuiscono alla realizzazione di una buona foto, c'è una cosa importantissima da considerare: la foto va pensata!
Nel mio caso, quando devo fotografare un prodotto, osservo la sua forma, i suoi colori, leggo gli ingredienti che lo compongono e mi creo un'immagine mentale che diventa la mia base di partenza. A volte mi capita di dover andare a ricercare ciò che ho immaginato, mentre altre volte è ciò che vedo intorno a me che mi permette di immaginare la foto.
Per farvi capire meglio cosa intendo, ecco un esempio...


Quando ho acquistato il sapone Caolion, non sapevo proprio come fotografarlo, poi un giorno, passando davanti al cespuglio di questa pianta, mi viene l'idea. Ciò che mi ha ispirato sono stati ovviamente i colori, il verde e il rosa, presenti nel cuore del sapone e per continuare con l'associazione cromatica, ho scelto un fondo nero in ardesia che richiama invece la parte esterna.
Ho reciso qualche rametto (lo so, non si dovrebbe fare), ma vi assicuro che il cespuglio è ancora lì al suo posto e in ottima forma!!!
Ora, però, entriamo nello specifico...

La fotocamera

La fotocamera è lo strumento principale che ci serve per realizzare dei buoni scatti e averne una di qualità è sempre meglio. Purtroppo, però, non tutte possiamo permetterci una reflex da 400 euro (minimo), quindi dobbiamo accontentarci di ciò che abbiamo. Io ho una semplice compatta da 16.1 megapixels che funziona benissimo e che mi permette di fare delle foto nitide e con una discreta risoluzione. Volendo, si potrebbe usare anche uno smartphone, l'importante è che abbia una buona fotocamera interna!

La luce

La luce in una fotografia è fondamentale e c'è chi preferisce quella naturale e chi quella artificiale. Io inizialmente utilizzavo soltanto la luce artificiale, ma nell'ultimo periodo sto sfruttando maggiormente quella naturale, anche se il mio appartamento non ha una buona esposizione.
Quando si sfrutta la luce naturale, bisogna fare attenzione alla quantità di luce che tocca il soggetto che stiamo fotografando e alle dominanti di colore. Troppa luce, altera quelli che sono i reali colori del prodotto (es: gli ombretti o i rossetti) e, in base al materiale di cui è fatto, può creare troppi riflessi. Lo stesso fanno le dominanti di colore. La luce naturale, assume una diversa temperatura colore in ogni fase del giorno che può essere calda o fredda, quindi, se ad esempio, fotografiamo in un orario dove la temperatura colore è più calda, avremo una dominante che va dal giallo all'arancio, mentre se fotografiamo quando la temperatura colore è più fredda, avremo una dominante che va dall'azzurro al blu. Queste sono cose che vanno considerate a priori o a posteriori solo se si è capaci di modificare i colori con Photoshop! 
Quando utilizzo la luce naturale, preferisco farlo nella fascia oraria che va tra le 14 e le 15,30, perchè almeno evito le dominanti troppo calde, e nelle giornate nuvolose perchè le nuvole filtrano la luce e la diffondono.
Se durante il giorno non avete la possibilità di fare foto e siete, quindi, costrette ad usare la luce artificiale, sempre per il discorso "dominanti", vi consiglio di non utilizzare delle lampadine con una bassa temperatura colore. Io non ho luci professionali, quindi mi sono attrezzata con due lampade da tavolo e due lampadine da 25 e 30W che hanno una temperatura di 6500° Kelvin. Con questa gradazione ottengo una luce abbastanza neutra, senza dominanti troppo evidenti e, di conseguenza, perfetta per fare gli swatches senza che vengano alterati i colori. 
Quando si scatta con luce artificiale sono molto utili i softbox, degli accessori che rendono la luce più morbida, diffusa ed omogenea. Prima o poi li comprerò!!!

Gli sfondi

Come sfondo si può utilizzare qualsiasi cosa o qualsiasi superficie, l'importante è che sia neutro o non troppo caotico. Mi capita spesso di vedere delle foto con prodotti posizionati su coperte infeltrite o su tovaglie multicolor spiegazzate e questo è proprio da evitare perchè non dà l'idea di immagine curata e "professionale". Se non avete tempo o sfondi adatti, ricorrete piuttosto ad una superficie semplice e bianca. Il risultato sarà sicuramente migliore!
Per le mie foto utilizzo diversi sfondi: il legno, l'ardesia, la iuta, delle stampe o dei semplici cartoncini colorati e la scelta di uno o dell'altro, è determinata dal prodotto che andrò a fotografare e dallo stile che voglio attribuire alla foto. Se, ad esempio, devo fotografare un prodotto per la skincare composto da ingredienti vegetali, scelgo sempre uno sfondo naturale come il legno o l'ardesia, invece, se ho un prodotto dal packaging allegro e colorato, utilizzo delle stampe o dei cartoncini di una o più tonalità. Ecco alcuni esempi...


La scena

Sono dell'avviso che quando si costruisce una scena fotografica, bisogna sempre tenere a mente il detto "Less is more"! Il prodotto è il protagonista e gli elementi che andiamo ad aggiungere sono i co-protagonisti e, come in un film, i co-protagonisti esaltano il ruolo del protagonista, non lo oscurano. Vedo, soprattutto su Instagram, delle fotografie cariche di elementi che, anche se belle, risultano caotiche e distolgono l'attenzione dal soggetto principale, ossia il prodotto di cui si parla. Mi capita anche di vedere peluche, pupazzetti e chincaglierie vari che non c'entrano assolutamente nulla con il tema della foto, dandomi l'impressione che siano stati messi lì a caso, soltanto per riempire la scena. Che "c'azzecca" il peluche di Winnie The Pooh o di Nemo con un fondotinta o con un mascara? Un pupazzo o un qualsiasi altro oggetto che vi rappresenti può essere utilizzato, ma andrebbe poi inserito in ogni vostra foto perchè, in questo modo, diventa la vostra firma.
Io, purtroppo o per fortuna, sono una persona estremamente razionale, e questo mio lato del carattere lo riverso anche nelle foto che faccio. Inizialmente, utilizzavo soltanto uno sfondo bianco per dare estremo risalto al prodotto che stavo recensendo, ora invece cerco di arricchire un po' di più la mia scena, andando ad inserire elementi neutri - che possono essere dei fiori, delle piantine o delle foglie - oppure degli elementi strettamente legati al prodotto trattato.


A sinistra. Qui ho fotografato il fondotinta Photo Focus di Wet n Wild, quindi, semplicemente basandomi sul nome del prodotto, ho inserito degli elementi legati alla fotografia: una reflex, due tipi di filtri fotografici e delle diapositive che ritraggono delle "modelle" (scattate da me nel periodo in cui ho frequentato il corso di fotografia).
Al centro. Il toner di TonyMoly ha come ingrediente principale l'acqua di bambù, così ho inserito tre rami di Dracaena Sanderiana, detta Lucky Bamboo, degli elementi naturali come il fondo in ardesia e dei sassi e ho spruzzato dell'acqua per dare l'idea di freschezza.
A destra. L'Egg Mousse Soap di Too Cool For School è una mousse detergente a base d'uovo, di conseguenza ne ho inserito uno nella scena (non è stato mica facile) e ho aggiunto una frusta in metallo perchè è un utensile da cucina strettamente legato alle uova.

I colori

La scelta dei colori in fotografia, come nella grafica, è molto importante. Non starò qui a parlarvi della teoria dei colori perchè è un argomento lungo e variegato, ma sappiate che i colori sono un ottimo strumento di comunicazione perchè ci servono non solo per esprimere un concetto, ma anche per esprimere una sensazione o uno stato d'animo.
Quando scattiamo una foto, possiamo scegliere uno o più colori, facendo però attenzione al loro abbinamento. Per quanto mi riguarda, scelgo sempre dei colori che stiano bene con quelli del prodotto da fotografare, tono su tono o a contrasto, ma senza esagerare perchè troppi colori potrebbero creare disarmonia e disequilibrio.


A sinistra. Il packaging delle sheet mask di Kiko sono caratterizzate dal bianco, dal giallo, dal blu e dal rosso, così ho scelto di accostare il blu e il giallo perchè di maggiore impatto visivo.
Al centro. Ho fotografato la mia collezione di ombretti duochrome che hanno una base marrone e i riflessi verdi e con questi due colori, non potevo che scegliere il viola scuro!
A destra. Per fotografare questa palette di Wycon ho scelto i colori che compaiono nella scatola esterna, il rosa e il celeste che, tra l'altro, si abbinano perfettamente alle tonalità di marrone degli ombretti.

La post produzione

Anche se si pensa di aver fatto tutto per bene, le fotografie necessitano sempre di qualche miglioria o modifica ed è qui che subentra il "duro" lavoro di post produzione: la prima fase è la scelta dello scatto migliore, poi si passa alla regolazione dei toni e dei contrasti, al taglio della foto e al salvataggio della fotografia definitiva. Facile a dirsi, più difficile a farsi. Oggi come oggi ci sono molte app che ci aiutano a sistemare le fotografie mediante l'applicazione di filtri ed effetti di cui, però, molto spesso si abusa. Di sicuro questi strumenti vanno in soccorso di chi è alle prime armi e di chi non sa muoversi con disinvoltura nell'utilizzo di Photoshop (non esiste solo Photoshop, ci sono programmi di editing gratuiti di cui però non conosco i nomi, scusate). Essendo graphic designer, so utilizzare abbastanza bene Photoshop, quindi mi servo di lui per sistemare le mie foto. La regolazione dei colori è forse la cosa più rognosa da fare perchè, vuoi o non vuoi, qualcosina bisogna sempre correggerla. Potrebbero esserci delle dominanti da eliminare, la luminosità o il contrasto da aumentare, stando sempre attenti a non alterare i colori reali dei prodotti fotografati. L'unica cosa che vi consiglio di non fare in post-produzione è di aumentare troppo il contrasto delle foto, perchè si rischia di bruciarle e di alterare i colori che, come sappiamo, in campo beauty, sono fondamentali. Ah, e ovviamente, a meno che non siate esperte di Photoshop, non divertitevi a fare fotomontaggi perchè si vede!

Concludo con delle raccomandazioni scontate e banali:
- Non fate foto sfocate;
- Prediligete sempre una buona illuminazione, le foto scure non sono belle da vedere;
- Se fate le foto di sera, non utilizzate delle lampadine a luce gialla perchè non creano una bella atmosfera e sfalsano troppo i colori;
- Fate più scatti dello stesso soggetto, in diverse posizioni e con diversi punti di ripresa. Avrete almeno una maggiore scelta;
- Quando postate una foto su Instagram, anche se non è riuscita benissimo, evitate di aggiungere scritte enormi ed emoji di tutti i tipi. Perchè farlo? Tanto gli smile non la renderanno più bella!

Ultima raccomandazione, la più importante di tutte... NON COPIATE nessuno, trovate il vostro stile e mettete voi stesse e il vostro modo di vedere le cose nelle foto che scattate!

Questo è tutto!
Voi quali accorgimenti prendete per fare delle belle foto?

Alla prossima...


24 commenti:

  1. Un post utilissimo!
    Grazie per tutti questi consigli che, indubbiamente, seguirò!
    Un abbraccio e buona serata!

    Nuovo post sul mio blog!
    Ti aspetto da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Benedetta, sono contenta che ti sia stato utile :)

      Elimina
  2. grande articolo! Professionale e molto direi...
    Solo che... sarebbe bello avere sempre (e tutte) quella "sensazione" che ti da l'input giusto per valoare il soggetto.
    Poi c'è un altro aspetto fondamentale... Oggi è diventato tutto un "dove hai preso sfondo?"
    Ed il giorno dopo tutti a fare le foto col tuo sfondo (mi è successo con gli sfondi glitter... immagina tu -.-)
    Ma.. c'è un ma meraviglioso. Ognuno ha il proprio stile, e non è uno sfondo a farti uguale a un'altra :D
    Poi... altra cosa che spesso sto vedendo online è l'UNIFORMARSI tra blogger... e questo mi spiace parecchio :/ Inizio a non riconoscere più se la foto è di tizia o di sempro triste...
    Motivo per cui non voglio sfondi di legno o di ardesia non amo fare sempre le foto dall'alto XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Moky! Per gli sfondi non si può fare molto, alla fine sono sempre quelli che girano, ma perchè non si trova molta scelta nei negozi! Io uso molto spesso il legno o l'ardesia (soprattutto per i prodotti skincare), perchè amo i materiali naturali e vorrei utilizzare anche altri tipi di legno ma in giro non si trovano senza spendere troppi soldi (sono andata anche in negozi specifici). Io cerco sempre di non uniformarmi alle altre blogger, cercando di fare qualcosa di mio e di originale (una volta ho creato io uno sfondo per delle foto), ma non è facile perchè tanto troverai sempre qualcuno che prima o poi prenderà spunto da te. Ammetto però di essermi "uniformata" quando ho cominciato ad usare lo sfondo di finta pelliccia bianca... mi è sempre piaciuta, ma da ikea costava 45 euro e solo di recente ho scoperto che esisteva un'altra versione ad un prezzo molto più basso e accessibile :)
      Il punto di ripresa che si sceglie spesso dipende da ciò che si ha a disposizione... io, ad esempio, non ho abbastanza spazio, luci e sfondi adatti per fare foto con un punto di ripresa frontale (a meno che non usi il legno o i cartoncini colorati), quindi mi trovo "costretta" a utilizzare quello dall'alto che, però, non mi dispiace affatto!

      Elimina
  3. Grazie mille per questi utilissimi consigli, li terrò a mente e cercherò di migliorare questo aspetto.

    RispondiElimina
  4. Arianna ti ringrazio per il post..davvero molto utile e chiaro..da quando ho aperto il blog e creato il mio profilo instagram mi sono sempre più appassionata al mondo della fotografia..cerco sempre la luce migliore, la scena o lo sfondo perfetto per l'oggetto che voglio fotografare..a volte ci riesco e altre no..faccio mille scatti dello stesso oggetto da più prospettive per poi scegliere il migliore..ma non dedico abbastana tempo all'editing come invece dovrei fare..cerco sempre di migliorarmi e di fare del mio meglio mettendoci tutta la passione che posso..spero si possa capire un po' di me da quello che pubblico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!!! Dalle tue foto si vede che ci sono passione, impegno e ricerca, infatti sono molto belle :*

      Elimina
  5. Ciao! Bellissimo post..davvero! Io sto cercando di migliorarmi anche se non è sempre facile trovare sfondi o "accessori" che mi possano aiutare ad abbellire la foto facendo spiccare il prodotto. Spesso mi affido allo sfondo bianco quando non ho proprio nulla o voglio una foto semplice ma che non sia bruttina. Sulla luce ho sempre dei problemi perchè le foto sui prodotti riescono abbastanza bene ma quando provo a fare la foto su me stessa mostrando il look o un colore è un vero disastro, per questo, non ne metto molte! Ci sto studiando ancora ma la vedo dura...L'altro giorno ci sarò stata un'ora ma non son riuscite come volevo :-(
    Grazie ancora per i tuoi preziosi consigli. Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel dubbio, lo sfondo bianco è la risposta!!!
      Anche io ho grossi problemi a farmi i selfie, non solo per la luce che "uccide" tutti i colori che uso, ma anche perchè mi vengono sempre mosse... credo dipenda dalla mia mano sinistra che tremola troppo quando vado a premere il pulsante di scatto!

      Elimina
  6. Ciao Arianna questo post lo terrò salvato tra i miei preferiti. Un grazie di cuore per i tuoi preziosi consigli. P.S.:le tue foto sono bellissime!
    Baci!

    RispondiElimina
  7. Ciao Arianna, ti ringrazio per questo post che periodicamente tornerò a leggere.
    Non sono mai troppo soddisfatta delle mie foto, per un motivo o per l'altro, e questi consigli non possono che farmi bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La non soddisfazione porta al miglioramento!!!
      Continua a provare e a sperimentare :*

      Elimina
  8. Ottimo e utilissimo post 😊 Purtroppo, spesso il problema principale è reperire lo sfondo giusto per ciascun prodotto 😔 Io ogni tanto cambio: agli inizi del mio blog ero partita con lo sfondo bianco, ma ora non mi soddisfa più e sto cercando uno stile mio, senza tralasciare, però, "contaminazioni" interessanti, magari da rielaborare. Con le luci mi sono attrezzata fin da subito con delle lampade da scrivania orientabili che potessero montare delle lampadine sufficientemente luminoso e le ho cercate con luce neutra in base alla temperatura in gradi Kelvin. Direi che sono arrivata ad un buon compromesso, almeno finché non riuscirò a fare spazio alle luci enormi che avevo preso mesi e mesi fa... 😅

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio anche io le luci e i soft box enormiiiii... anche se non saprei proprio dove metterli!!!

      Elimina
  9. Ari finalmente riesco a passare per leggere questo post, tra l'altro moooolto utile devo dire <3
    Io mi ritengo una frana con le foto per il blog. Ultimamente sto riuscendo a fare qualcosina in più, ma tra luci, spazio e "accessori" mancanti non sono mai soddisfatta al 100% U_U
    Le tue foto sono sempre bellissime e meravigliose! Dai come obiettivo per il prossimo anno per il blog voglio riuscire a fare foto più belle ed interessanti!
    Su una sola cosa non sono d'accordo, però (probabilmente per gusto personale). Le foto con i tessuti come fondo non le trovo poco professionali. O meglio dipende da chi e come le scatta. Ad esempio Alessandra di In Beauty Veritas, utilizza spesso questa cosa nei suoi scatti e li trovo meravigliosi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu non sei una frana!!! Come ti ho detto su FB, quando abbiamo parlato di questa cosa, i tessuti sono bellissimi (magari ne trovassi a un buon prezzo) e possono essere usati in modo professionale... intendevo tovaglie stropicciate o coperte infeltrite, quelle no, non sono belle da vedere :)

      Elimina
  10. Marta Social Beauty29 novembre 2017 22:56

    Articolo molto interessante ed utile per chi, come me, non ha un senso estetico proprio spiccato. Sto cercando di lavorare molto per affinarlo e credo che questi consigli potranno aiutarmi.

    RispondiElimina
  11. Molto utile ed interessante il post. Purtroppo non ho una macchina fotografica e le foto le scatto con il cellulare. Cerco sempre di catturare tutti i particolari, ma la mia problematica più grande è fare i particolari. Lo zoom sfuoca molto e non vengono bene, ma cerco sempre di fare il possibile.
    Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho lo stesso problema anche io con il cellulare, anche perchè non ha una buona fotocamera!

      Elimina
  12. Ho trovato il post super extra utile ! Io cerco sempre di pubblicare foto decenti sul blog, ma sono in costantemente in cerca di consigli per migliorare :)
    Ti mando un bacione <3

    Il blog di C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri, le tue foto sono già belle!

      Elimina